Tutti i numeri della rivista


 

n° 40 – Nelle mani della divina Provvidenza (marzo 2009)

Secondo quanto attestano non pochi testimoni, è proprio la certezza che Dio è Padre buono, dunque che esiste la Divina Provvidenza, la caratteristica essenziale della vita di fratel Luigi. Questa fede, concretizzata in una costante fiducia nella Provvidenza, è l’elemento caratteristico di tutta la spiritualità di fratel Luigi.

n° 39 – Maria nel cuore di fratel Luigi (settembre 2008)

Dal Cottolengo fratel Luigi ha appreso che la Madonna va amata dopo Dio e non al posto di Dio, ma il Venerabile ci insegna anche che Maria Santissima è la mano sicura a cui affidarsi per chi vuole percorrere con intensità il cammino della fede.

n° 38 – Fratel Luigi testimone di speranza (marzo 2008)

La speranza è quella virtù fondamentale, insieme alla fede e alla carità, che ha origine in Dio e tende a Dio: per questo è chiamata anche virtù teologale. Questa speranza è ben visibile nel Venerabile fratel Luigi Bordino il quale è cresciuto nell’esercizio delle virtù teologali, avendole ricevute in dono fin dal battesimo.

n° 36 – Storia di una vocazione (marzo 2007)

Don Enrico Dal Covolo tenta una sintesi della vocazione di fratel Luigi, denominato anche «la roccia». Un soprannome, questo, molto appropriato per illustrare le potenti virtù del suo spirito e soprannome che, d’altra parte, ben si adatta a quella prestanza fisica, che presiede a tanti episodi della sua vita.

n° 35 – Fratel Luigi gabbiano in volo irreversibile (settembre 2006)

I testimoni del processo per la canonizzazione di fratel Luigi, offrono nitide informazioni sulla sua esperienza di spiritualità contemplativa, fortemente radicata nella dimensione eucaristica. Questa peculiarità ha attraversato l’intera sua esistenza uniformando le sue giornate, sino all’ultimo giorno della sua vita.

n° 34 – Fratel Luigi, testimone di spiritualità (marzo 2006)

Don Giuseppe Pollano propone una riflessione il cui titolo favorisce l’impostazione corretta del nostro discorso perché sottolinea che fratel Luigi, come tutti i cristiani insigni, ha testimoniato in modo singolare ed eccellente la spiritualità come “vita a partire dallo Spirito“.

n° 31 – Meritiamocelo (settembre 2004)

Viene riproposto l’articolo di un giovane castellinaldese, Tiziano Gaia, il quale, in forma un po’ provocatoria, incita i suoi compaesani a meritare fino in fondo fratel Luigi: questo deve essere il prossimo obiettivo. Possiamo farcela perché il terreno è buono, se ci è già germogliato un Santo.